Ridurre i rifiuti alimentari della GDO in Svezia: Coop firma un accordo con Food Tech Whywaste

retailgreen by Retailtrend.it – Coop Svezia, compie un passo importante per la riduzione dei rifiuti alimentari all’interno della propria rete di vendita. Come prima catena della GDO sul territorio nazionale, firma un accordo quadro con la società Food Tech Whywaste.

Ad oggi, la quantità di cibo che ogni anno viene gettato nei rifiuti, corrisponde alle emissioni di circa due milioni di tonnellate di anidride carbonica ( secondo le statistiche elaborate dalla Environmental Protection Agency), che di fatto equivale a circa il 3% delle emissioni totali di gas serra in Svezia.

Da tempo Coop Svezia, lavora in modo strategico, per ridurre sensibilmente la quantità dei rifiuti alimentari prodotti dai singoli punti di vendita. In termini di costo, la gestione di una minore quantità di rifiuti, si riflette su un risparmio su più livelli.

Louise Konig

“Coop ha l’ambizione di ridurre i propri rifiuti in più fasi (con il fornitore, in-store,ecc.) cercando di sensibilizzare anche i propri clienti-soci – dice Louise Konig, responsabile della Sostenibilità di Coop Svezia – e l’accordo con Whywaste apporta una soluzione per il punto di vendita, con il quale Coop può risparmiare tempo e denaro e allo stesso tempo ridurre i rifiuti alimentari. Hanno introdotto una tecnologia intelligente per la gestione dei dati, che ci permette di ottenere risultati concreti direttamente sul singolo punto di vendita”.

Spesso le perdite nei negozi sono dovute a referenze a fine scadenza. Whywaste ha risolto questo problema con una App, che aiuta i singoli negozi nel identificare velocemente i prodotti che sono in prossimità della loro shelf-life e proporlo sullo scaffale a prezzo ridotto oppure di donarlo in beneficienza, evitando così che resti inutilizzato per poi diventare rifiuto da gettare via.

Coop Svezia ha già testato l’App in diversi negozi, che hanno fornito dati positivi ed è in procinto di estenderla a tutta la sua rete commerciale.

“E’ interessante e fantastico essere arrivati a questo accordo con Coop – ha sottolineato Kristoffer Hagstadt, CEO e co-fondatore di Whywaste – che è davvero in prima linea, quando si tratta di politiche di sostenibilità ambientale. Abbiamo una buona organizzazione di supporto, che è in grado di aiutare e sostenere i punti di vendita nel lavoro di gestione dei rifiuti alimentari e siamo ansiosi di lavorare con un maggior numero di negozi possibili”.

Durante il 2017, Coop Svezia, ha donato un totale di 93,5 tonnellate di cibo, pari a poco più di 208.000 pasti.

Precedente IGD SIIQ SPA ottiene la certificazione BREEAM-IN USE per il Centro Commerciale Katané  Successivo LIDL implementa una strategia globale per la riduzione della plastica nella GDO